Santi Cosma e Damiano


Altitudine 674m.s.l.m.
Categoria Chiese
Comune Rezzago


POSIZIONE
La chiesa dei santi Cosma e Damiano si trova a Rezzago, all'esterno del centro abitato.

STORIA
L'edificio attuale è databila al XII secolo. Come altri della zona viene infatti citato nel Liber Notitiae Sanctorum Mediolani ed è quindi certamente antecedente a quel documento scritto. Una campagna di scavi archeologici nel 1982 ha comunque fatto emergere resti di un edificio precedente, certamente altomedievale, come testimoniano anche alcuni frammenti di lucerna in vetro. Il nome stesso della chiesa ne testimonia le antiche origini: i santi Cosma e Damiano erano medici martorizzati nel IV secolo e il loro culto si diffuse immediatamente.
Del cimitero originario, che cicondava la chiesa, rimangono le mura di delimitazione. La chiesa dei santi Cosma e Damiano fu parrocchiale del paese fino al 1654, quando venne costruito il nuovo edificio religioso in centro. Nel Settecento il sagrato venne dotato delle cappelle della via Crucis. Alcuni affreschi, molto danneggiati dagli agenti atmosferici, furono sostituiti da mosaici nel corso del Novecento.

CARATTERISTICHE
L'esterno è a pietre a vista, con facciata spoglia che presenta un piccolo rosone sopra al portale. Emerge certamente il campanile, di origine medievale e restaurato nella prima metà del Novecento: ha due ordini di feritoie e quattro di bifore, pienamente romanico in questa sua impostazione. Questo edificio è quello che in zona presenta le maggiori affinità strutturali con sant'Alessandro a Lasnigo, anche per via della collocazione in area cimiteriale esterna all'abitato.
La chiesa ha un'aula divisa in due campate di differente lunghezza. Gli affreschi più importanti sono certamente quelli che decorano l'abside. Sono attribuiti ad Andrea De Passeris e datati nei primissimi anni del Cinquecento. Citiamo in particolare una Crocifissione, che era certamente tra le più ricche a livello compositivo tra quelle del Triangolo Lariano, e la Pentecoste, un tema da considerarsi inusuale in questi contesti.


Condividi su

(C) Il Lario - info@mountainmedia.it - Privacy Policy Cookie Policy