Como

Altitudine 198
Abitanti 84495


POSIZIONE
Como è il capoluogo dell'omonima provincia, con il centro città che si affaccia sulla base del ramo sinistro del lago.

STORIA
Como fu fondata in epoca celtica. Divenne poi un importante castrum romano come “Novum covum”e finì conquistata in seguito dai Longobardi. Dal XI secolo si elesse a comune autonomo e iniziò un conflitto con la vicina Milano, che andò a confluire nella celebre guerra dei dieci anni tra il 1118 e il 1127, conclusasi con la distruzione della stessa Como.
La città dovette così essere ricostruita nel 1159 dall'imperatore Federico Barbarossa, fortificata e cinta da mura difensive. L'industria della lana prima e della seta poi ne determinarono un primo, nuovo importante sviluppo. Entrò in seguito nell'influenza della città di Milano e del suo Ducato.
Nel Cinquecento la città fu prima occupata dai francesi, poi saccheggiata dagli spagnoli e seguirono a queste incursioni secoli di difficoltà: nel Settecento la dominazione austriaca portò invece alla rinascita economica della città, con il definitivo sviluppo dell'industria tessile, dell'artigianato e della prime costruzioni di ville. Nel Novecento la città cresce fiorente, con l'importanza artistica dell'architettura razionalista.

PUNTI DI INTERESSE
- Centro storico: il centro è situato all'interno delle antiche mura medievali. Porta di accesso principale alla città è la cosiddetta Porta Torre, posta al centro della cerchia.
- Duomo: costruito a partire dalla fine del Trecento, raccoglie in sé stili diversi ed è per dimensioni il terzo edificio religioso della Lombardia. Di fianco al Duomo troviamo l'antico palazzo comunale medievale, il Broletto. Poco distante anche il neoclassico Teatro Sociale.
- Altre chiese: da visitare sono sicuramente la basilica di San Fedele nella medievale piazza omonima, quella di sant'Abbondio posizionata fuori dal centro storico, come anche San Carpoforo.
- Musei: i Musei civici propongono un biglietto cumulativo, che consente una visita complessiva a ingresso ridotto: Tempio Voltiano, Museo archeologico, Museo storico e Pinacoteca. In più, al di fuori del centro, si trova anche il Museo didattico della seta.
- Razionalismo: la Casa del Fascio, il Monumento ai Caduti ai giardini a lago, l'Asilo Sant'Elia e il Novocomum furono realizzati da Giuseppe Terragni in questo stile caratteristico della zona.
- Chilometro della conoscenza: un bel percorso inaugurato negli ultimi anni che unisce i parchi di Villa Olmo, Villa del Grumello e Villa Sucota.

COSA FARE
Tra le escursioni possibili dalla città è possibile, ad esempio, chiaramente salire a Brunate, anche comodamente in funicolare, per uno dei panorami più apprezzati su Como e su questa parte di lago. Da lì si possono percorrere poi vari itinerari escursionisti sulle montagne alle spalle.
Oppure ancora meritano menzione i sentieri del Parco Regionale della Spina Verde, la più importante area verde nel territorio comunale: si può raggiungere il Castel Baradello ad esempio, salendo da Piazza Camerlata.

FESTIVITÀ
- 31/08: il Santo Patrono di Como è sant'Abbondio.

SITI UTILI
- Comune di Como

Foto Relative



Il Lario (C) MOUNTAIN MEDIA - Partita IVA: 03560620134 REA: 320180 (LC) - info@mountainmedia.it - Powered by A. Gianola - sviluppositi@mountainmedia.it
Privacy Policy Cookie Policy